Seleziona una pagina
[IL BLOG] 5 consigli da seguire alla lettera

[IL BLOG] 5 consigli da seguire alla lettera

Vuoi diventare un blogger di successo? La passione non ti basterà: dovrai anche studiare, impegnarti moltissimo e capire quali sono gli step fondamentali per far crescere il tuo blog.

Il web è pieno di blogger, ma solo pochi sono divenuti delle vere e proprie star, autorevolissime nel loro campo. Persone comuni che, ad un certo punto della loro vita, hanno aperto un blog, saputo creare interesse e guadagnarsi un loro seguito.

Tanto per darti un’idea, pensa alla fashion blogger del momento: Chiara Ferragni, partendo dalla semplice condivisione del look preferito, è riuscita in poco tempo a fondare un vero e proprio impero, che la pone al vertice della classifica delle imprenditrici italiane più facoltose.

Però non devi credere di poter diventare un blogger di successo dall’oggi al domani, né che la strada verso la popolarità sia tutta in discesa, anzi: dovrai studiare molto, approfondire i temi più disparati e lavorare, lavorare tantissimo.

Non esistono trucchi e scorciatoie per avere rapidamente successo con un blog, ma potresti iniziare a seguire questi 5 consigli, che hanno il pregio di metterti sulla buona strada.

Individua il tuo pubblico

Prima di cominciare a scrivere una sola riga, devi avere ben chiaro in testa a chi ti vuoi rivolgere. Non crederai mica di poter parlare a tutto il web, giusto? Devi cercare di immaginare il tuo target ideale, cosa cerca, a cosa si appassiona, quali sono i problemi a cui cerca una risposta e poi, solo poi, creare dei contenuti interessanti, che possano soddisfare le sue esigenze.

Scegli il nome del blog

Potrebbe sembrare un problema di poco conto, invece non lo è. Il nome del tuo blog di successo deve essere semplice, ma non banale. Se poi può comunicare fin da subito di cosa ti occupi, meglio ancora. Il nome del blog sarà il tuo brand, ciò che ti identificherà nel mare magnum della rete e che aiuterà i tuoi lettori a trovarti, quando scannerizzeranno la serp alla ricerca del risultato più idoneo a soddisfare i loro bisogni.

Studia un piano editoriale

Non puoi iniziare a scrivere qualsiasi cosa ti venga in mente: dovrai necessariamente avere un piano editoriale, ossia una pianificazione puntuale dei contenuti che affolleranno il tuo blog. In poche parole, dovrai elaborare una Content Strategy, in grado di attrarre e fidelizzare i tuoi lettori e potenziali clienti.

Ottimizza i contenuti

Una volta individuati gli argomenti da trattare, aspetta un attimo prima di metterti alla tastiera. I testi andranno scritti in ottica SEO: se vuoi farti trovare da Google, sarai costretto ad accontentarlo, offrendogli contenuti pertinenti e disseminati di parole chiave rilevanti, affinché lui possa indicizzarti al meglio. Ma non cadere nel tranello: ricordati sempre che scrivi per i tuoi futuri clienti e non per Google. Utilizza tutte le tattiche SEO che vuoi, ma tieni presente che il motore di ricerca di Mountain View non è stupido e sa riconoscere un testo di valore da uno che si limita a fare dell’inutile “keyword stuffing”. Insomma, riempire i tuoi contenuti di parole chiave, se non hai nulla di interessante da dire, non ti aiuterà ad avere successo con un blog.

Promuovi i tuoi contenuti

Google è un’arma efficace per affrontare i competitor, ma non ti sarà sufficiente per vincere la guerra. Dovrai diffondere i tuoi articoli ovunque tu possa arrivare e i social media sono lo strumento più efficace per ottenere visibilità e richiamare attenzione. Crea un profilo che corrisponda al nome del tuo blog e diffondi il verbo! Se intendi rivolgerti a una platea molto giovane, opta per Instagram e Snapchat, mentre se il tuo target è più ampio, puoi pensare di  legare la tua immagine anche a Facebook.

Come avrai capito, avere successo con un blog è una strada tutta in salita, ma non ti arrendere: con la giusta dose di passione e le competenze adeguate forse non diventerai una star, ma di sicuro potrai crearti un seguito e, chissà, monetizzare in breve tempo i tuoi sforzi.

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[IL MARKETING REFERENZIALE] un generatore di clienti

[IL MARKETING REFERENZIALE] un generatore di clienti

Referral Marketing: cos’è e perché è così efficace

Considerato come il passaparola 2.0, il Referral Marketing è l’occasione di farti pubblicità senza spendere un solo euro.

Perché utilizzare il Referral Marketing per farti conoscere dai tuoi potenziali clienti? Perché è una strategia di marketing estremamente efficace. Non solo ti permette di diffondere la brand awareness della tua azienda, ma ti consente di ottenere in breve tempo nuovi clienti, investendo pochissimo tempo e denaro.

In poche parole, il Referral Marketing consiste nell’arruolare i tuoi migliori clienti e farli diventare i più autorevoli testimonial dei tuoi prodotti. Un cliente soddisfatto è la tua pubblicità più potente e la sua opinione verrà tenuta in grandissima considerazione da amici e parenti. Questo si traduce in centinaia di potenziali clienti, che dopo aver ascoltato il parere di qualcuno di cui si fidano, saranno più predisposti ad acquistare i tuoi prodotti o servizi. Troppo bello per essere vero? Invece è tutto verissimo.

Perché il Referral Marketing è così efficace

Diversi studi hanno dimostrato che ben l’87% dei consumatori online, prima di acquistare qualsiasi prodotto o servizio, trascorra un’infinità di tempo a leggere tutte le recensioni lasciate dai precedenti acquirenti.

Il Referral Marketing sfrutta questo comportamento, mettendo a punto una strategia basata sulle tre caratteristiche principali di questa tipologia di pubblicità:

  1. Il target – per una campagna pubblicitaria efficace, il messaggio non è l’unica chiave del successo: il target deve essere individuato con millimetrica precisione. Ciò significa che la strategia di marketing deve essere indirizzata verso uno specifico cliente-tipo, altrimenti non si otterrà alcun risultato. Il Referral Marketing svolge questo compito al meglio: un cliente soddisfatto, che si impegni in un passaparola con amici, seguaci, parenti e conoscenti, avrà concrete possibilità di parlare a una potenziale clientela con interessi e gusti affini ai suoi. Ne consegue che se il cliente soddisfatto ha apprezzato il tuo prodotto, hai buone possibilità che anche i suoi contatti possano essere interessati a testarne la qualità.
  2. La fiducia – è un dato di fatto riconosciuto da diverse indagini e ricerche: i consumatori, in special modo i millenials, non si fidano affatto della pubblicità. Non l’ascoltano proprio. Nonostante l’aggressività delle nuove campagne pubblicitarie, la diffidenza verso il messaggio delle aziende è notevole. D’altronde, come reagisci tu, quando un venditore tenta di convincerti ad acquistare qualcosa? Non ti fidi e sospetti che si tratti di una fregatura. Diverso è il discorso se a proporti un acquisto è un tuo amico o un parente. La fiducia personale gioca un ruolo potentissimo nel processo d’acquisto e non è detto che debba trattarsi necessariamente di una persona a te vicina: gli ultimi studi suggeriscono che nel Referral Marketing le opinioni di blogger, testimonial, clienti ed influencer valgono quanto, se non più, di quelle del fidatissimo compagno di banco.
  3. Il raggio d’azione – hai presente quanti contatti può avere un consumatore medio che posta le sue foto e opinioni sui social? Anche migliaia. Oggi alcuni personaggi, che vantano la fiducia di migliaia di potenziali consumatori, con pochi post possono distruggere la reputazione di un marchio o, al contrario, renderlo popolarissimo. Pensa agli influencer: postando una sola foto del loro look preferito, sono in grado di decuplicare le vendite di quella maglietta che, in altri tempi, non avrebbe comprato nessuno. È l’effetto fiducia: se lei/lui dice che quel prodotto è perfetto, lo sarà senz’altro.

Oggi, il Referral Marketing è parte importante di ogni strategia di marketing che si rispetti. È efficace, gratis e regala una visibilità che, nel tempo, contribuirà a portarti nuovi clienti. Cos’altro potresti volere per il tuo business?

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI