fbpx
Seleziona una pagina
[Effettuare il lancio di un prodotto]: strategie di marketing e pricing

[Effettuare il lancio di un prodotto]: strategie di marketing e pricing

Lanciare un nuovo prodotto sul mercato non è uno scherzo: scopri come aumentare il fatturato della tua azienda con qualche piccolo consiglio.

Espandere l’attività economica dell’azienda è il tuo primo pensiero quando ti alzi la mattina e quando vai a dormire la sera. È sano e normale, ma soprattutto è l’atteggiamento mentale giusto per diventare un imprenditore di successo.

Uno dei momenti salienti della tua attività imprenditoriale è il lancio di un nuovo prodotto, una circostanza davvero molto delicata, nella quale non solo dovrai confrontarti con il mercato, il target di riferimento e i tuoi competitor, ma dovrai anche stabilire la strategia di marketing più adeguata a assicurare al tuo prodotto visibilità e successo.

L’argomento è davvero molto vasto e, a meno che tu non sia un esperto dei vari settori coinvolti nell’operazione, il consiglio è sempre quello di affidarti a professionisti qualificati, in grado di indicarti la via più efficace e le insidie alle quali fare attenzione. Ma per darti un assaggio di ciò che dovrai curare e dei passi da fare, ecco un breve elenco dei fattori a cui dovrai prestare la massima attenzione.

  • Analisi settore e concorrenza – prima di lanciare un prodotto, fai un’analisi approfondita del mercato, verifica che il settore sia in espansione e ricerca una nicchia nella quale inserirti. Inoltre, identifica i tuoi competitor e cerca di capire quale eventuale fetta di target potresti “sfilargli”.
  • Individua il tuo target – ossia, definisci la tua Buyer Persona, il cliente tipo al quale è rivolto il tuo nuovo prodotto. Età, professione, residenza geografica, reddito, abitudini, stile di vita, tutto contribuisce a disegnare con precisione il tuo potenziale cliente, al fine di poter capire quale possa essere il tuo mercato e come raggiungerlo per proporgli la novità.
  • Pricing – questo è un punto davvero sensibile: non lavori per sport, ma per guadagnare. Quindi hai bisogno di individuare un prezzo che sia sostenibile per la tua attività economica, in grado di coprire tutti costi, variabili e fissi, ed assicurarti un margine di profitto soddisfacente.
  • Stabilisci gli obiettivi aziendali – per capire come pianificare un’efficace strategia di marketing, devi definire gli obiettivi che vuoi raggiungere col lancio del tuo nuovo prodotto. Quali che siano, devono sempre essere SMART (Specific, Measurable, Attainable, Relevant, Timely). Ossia, ben definiti, misurabili, raggiungibili, in linea con il main focus dell’azienda e circoscritti in un arco temporale preciso.
  • Definisci la strategia di comunicazione – una volta individuato il target di riferimento, dovrai studiare una strategia di comunicazione in grado di raggiungerlo e convincerlo della bontà del tuo nuovo prodotto. Quali sono i suoi punti di forza? Dov’è l’innovazione? Perché dovrebbero acquistare da te e non da altri? Una volta centrata la caratteristica principe del tuo ultimo prodotto, potrai realizzare un messaggio chiaro e persuasivo.
  • Crea attesa intorno al prodotto – i tuoi potenziali clienti devono aspettare il giorno del lancio del prodotto come se fosse Natale: crea aspettativa, ammanta il nuovo articolo di mistero, fai partire un countdown, qualsiasi cosa che possa suscitare curiosità ed emozione. E per far questo, sfrutta i social: nessuno meglio di loro è in grado di veicolare questo tipo di messaggi!
  • Automatizza i tuoi processi di marketing – essendo un imprenditore proprio come noi dovrai cercare al massimo di ottimizzare il tempo e l’investimento che dedichi al progetto. Se non sei dotato dei giusti strumenti rischierai di incagliarti senza raggiungere la meta.

E una volta lanciato il tuo nuovo prodotto, datti da fare: scrivi articoli che ne esaltino le caratteristiche, realizza campagne AdWords che ne aumentino la visibilità e organizza eventi in cui farlo provare.Ma soprattutto, per questa sfida così impegnativa, affidati a un professionista: lui saprà di certo accompagnarti verso il successo che desideri!

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[Marketing e Autorità]: un legame indissolubile

[Marketing e Autorità]: un legame indissolubile

Credibilità e autorevolezza sono gli ingredienti fondamentali di ogni strategia di marketing. Ma come diventare un’autorità nel tuo campo?

Parliamoci chiaro: puoi essere bravo quanto vuoi, produrre il prodotto migliore, offrire il servizio più impeccabile, ma se non hai autorità necessaria per proporre il frutto delle tue fatiche ai tuoi potenziali acquirenti, questi fuggiranno altrove.

Nel marketing l’autorevolezza è tutto. Per attrarre e fidelizzare i tuoi clienti, questi devono percepirti come la massima autorità in materia, il guru del settore, la personalità più influente nel tuo campo. Quando si rivolgono a te, consultando i tuoi post o acquistando i tuoi prodotti, devono essere certi che tu sia la loro unica scelta, che da nessun altro potrebbero ottenere ciò che trovano da te, devono fidarsi completamente della tua opinione, del tuo sapere, dei tuoi servizi.

Una volta che il tuo brand si sarà imposto, la strada sarà tutta in discesa. A quel punto, riconosciuto come leader indiscusso nel tuo campo, tutte le tue offerte risulteranno credibili e vantaggiose. E tu avrai vinto la sfida più difficile: diventare un’autorità nel tuo settore.

Il principio di autorità nel Marketing

Questo concetto è stato ampiamente sviscerato da moltissime ricerche e nel Marketing ha assunto un posto di rilievo nella pianificazione delle strategie.

Il principio di autorità riguarda tutti, te compreso. Magari non ci hai mai fatto caso, ma come dimostrato da interessanti studi sociologici, il comportamento umano varia a seconda della persona con cui si entra in relazione. In poche parole, il tuo comportamento si fa più dimesso ed arrendevole di fronte a una personalità che, in un modo o nell’altro, incarna qualche tipo di istituzione o, appunto, di autorità.

Compreso questo, è facile capire come il marketing si sia appropriato di questi studi e li abbia sviscerati fino a formulare teorie e percorsi pianificati.

Consigli per costruire la tua autorevolezza online

Quando cominci a pianificare la tua attività di marketing, quindi, prima di qualsiasi altra cosa, dovrai pensare a costruirti un’autorevolezza nel tuo campo. Dovrai essere riconosciuto come una persona degna di fiducia, i cui consigli e servizi siano in grado di risolvere i problemi nel modo più efficace.

Per farlo, dovrai lavorare tanto, ma seguendo questi consigli, potrai raggiungere il successo in tempi più brevi.

  • Focalizzati su un argomento specifico – Non dovrai occuparti di tutto. Concentrati sulla tua nicchia, individuando un target specifico, al quale proporre argomenti o servizi selezionati con cura.
  • Crea contenuti approfonditi – Gli utenti cercano risposte valide alle loro esigenze. Produci solo articoli approfonditi o offri servizi seri e risolutivi. Le informazioni che darai dovranno essere precise e puntuali, presentate in modo professionale e autorevole.
  • Sii originale – I tuoi potenziali clienti pretendono originalità ed è quello che dovrai offrire, se vorrai costruirti un’autorevolezza nel tuo campo. Non copiare nessuno: non saresti credibile e ricorda, fra l’originale e una brutta copia, sceglieranno tutti la prima opzione.
  • Utilizza il giusto tone of voice e la corretta terminologia – Se vuoi essere percepito come un’autorità nel tuo settore, devi presentarti nel modo più adeguato. Individua il target dei tuoi utenti e assumi il loro linguaggio. Dopodiché, sforzati di usare la terminologia più appropriata, che renderà il tuo approccio più professionale e credibile.
  • Sfrutta la notorietà dei tuoi colleghi – Presentarti con un esperto o un personaggio famoso, accrescerà la tua autorevolezza. Se puoi, invita qualche autorità del settore sul tuo blog o un personaggio famoso ai tuoi eventi: la loro fama, trainerà anche te.
  • Interagisci – La tua autorevolezza in materia dipenderà anche dalla tua presenza, online e offline. Crea una community, rispondi alle domande dei tuoi lettori, interagisci con i tuoi potenziali clienti e risolvi i loro problemi: se riuscirai ad essergli utile, non andranno a cercare nessun altro.

La strada per costruire la tua autorevolezza è lunga e piena di insidie. Ma lavorandoci sopra, con dedizione e passione, riuscirai anche tu, in un lasso di tempo ragionevole, a crearti quella solida reputazione che, come un volano, ti spingerà verso il successo.

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[IL BLOG] 5 consigli da seguire alla lettera

[IL BLOG] 5 consigli da seguire alla lettera

Vuoi diventare un blogger di successo? La passione non ti basterà: dovrai anche studiare, impegnarti moltissimo e capire quali sono gli step fondamentali per far crescere il tuo blog.

Il web è pieno di blogger, ma solo pochi sono divenuti delle vere e proprie star, autorevolissime nel loro campo. Persone comuni che, ad un certo punto della loro vita, hanno aperto un blog, saputo creare interesse e guadagnarsi un loro seguito.

Tanto per darti un’idea, pensa alla fashion blogger del momento: Chiara Ferragni, partendo dalla semplice condivisione del look preferito, è riuscita in poco tempo a fondare un vero e proprio impero, che la pone al vertice della classifica delle imprenditrici italiane più facoltose.

Però non devi credere di poter diventare un blogger di successo dall’oggi al domani, né che la strada verso la popolarità sia tutta in discesa, anzi: dovrai studiare molto, approfondire i temi più disparati e lavorare, lavorare tantissimo.

Non esistono trucchi e scorciatoie per avere rapidamente successo con un blog, ma potresti iniziare a seguire questi 5 consigli, che hanno il pregio di metterti sulla buona strada.

Individua il tuo pubblico

Prima di cominciare a scrivere una sola riga, devi avere ben chiaro in testa a chi ti vuoi rivolgere. Non crederai mica di poter parlare a tutto il web, giusto? Devi cercare di immaginare il tuo target ideale, cosa cerca, a cosa si appassiona, quali sono i problemi a cui cerca una risposta e poi, solo poi, creare dei contenuti interessanti, che possano soddisfare le sue esigenze.

Scegli il nome del blog

Potrebbe sembrare un problema di poco conto, invece non lo è. Il nome del tuo blog di successo deve essere semplice, ma non banale. Se poi può comunicare fin da subito di cosa ti occupi, meglio ancora. Il nome del blog sarà il tuo brand, ciò che ti identificherà nel mare magnum della rete e che aiuterà i tuoi lettori a trovarti, quando scannerizzeranno la serp alla ricerca del risultato più idoneo a soddisfare i loro bisogni.

Studia un piano editoriale

Non puoi iniziare a scrivere qualsiasi cosa ti venga in mente: dovrai necessariamente avere un piano editoriale, ossia una pianificazione puntuale dei contenuti che affolleranno il tuo blog. In poche parole, dovrai elaborare una Content Strategy, in grado di attrarre e fidelizzare i tuoi lettori e potenziali clienti.

Ottimizza i contenuti

Una volta individuati gli argomenti da trattare, aspetta un attimo prima di metterti alla tastiera. I testi andranno scritti in ottica SEO: se vuoi farti trovare da Google, sarai costretto ad accontentarlo, offrendogli contenuti pertinenti e disseminati di parole chiave rilevanti, affinché lui possa indicizzarti al meglio. Ma non cadere nel tranello: ricordati sempre che scrivi per i tuoi futuri clienti e non per Google. Utilizza tutte le tattiche SEO che vuoi, ma tieni presente che il motore di ricerca di Mountain View non è stupido e sa riconoscere un testo di valore da uno che si limita a fare dell’inutile “keyword stuffing”. Insomma, riempire i tuoi contenuti di parole chiave, se non hai nulla di interessante da dire, non ti aiuterà ad avere successo con un blog.

Promuovi i tuoi contenuti

Google è un’arma efficace per affrontare i competitor, ma non ti sarà sufficiente per vincere la guerra. Dovrai diffondere i tuoi articoli ovunque tu possa arrivare e i social media sono lo strumento più efficace per ottenere visibilità e richiamare attenzione. Crea un profilo che corrisponda al nome del tuo blog e diffondi il verbo! Se intendi rivolgerti a una platea molto giovane, opta per Instagram e Snapchat, mentre se il tuo target è più ampio, puoi pensare di  legare la tua immagine anche a Facebook.

Come avrai capito, avere successo con un blog è una strada tutta in salita, ma non ti arrendere: con la giusta dose di passione e le competenze adeguate forse non diventerai una star, ma di sicuro potrai crearti un seguito e, chissà, monetizzare in breve tempo i tuoi sforzi.

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[IL MARKETING REFERENZIALE] un generatore di clienti

[IL MARKETING REFERENZIALE] un generatore di clienti

Referral Marketing: cos’è e perché è così efficace

Considerato come il passaparola 2.0, il Referral Marketing è l’occasione di farti pubblicità senza spendere un solo euro.

Perché utilizzare il Referral Marketing per farti conoscere dai tuoi potenziali clienti? Perché è una strategia di marketing estremamente efficace. Non solo ti permette di diffondere la brand awareness della tua azienda, ma ti consente di ottenere in breve tempo nuovi clienti, investendo pochissimo tempo e denaro.

In poche parole, il Referral Marketing consiste nell’arruolare i tuoi migliori clienti e farli diventare i più autorevoli testimonial dei tuoi prodotti. Un cliente soddisfatto è la tua pubblicità più potente e la sua opinione verrà tenuta in grandissima considerazione da amici e parenti. Questo si traduce in centinaia di potenziali clienti, che dopo aver ascoltato il parere di qualcuno di cui si fidano, saranno più predisposti ad acquistare i tuoi prodotti o servizi. Troppo bello per essere vero? Invece è tutto verissimo.

Perché il Referral Marketing è così efficace

Diversi studi hanno dimostrato che ben l’87% dei consumatori online, prima di acquistare qualsiasi prodotto o servizio, trascorra un’infinità di tempo a leggere tutte le recensioni lasciate dai precedenti acquirenti.

Il Referral Marketing sfrutta questo comportamento, mettendo a punto una strategia basata sulle tre caratteristiche principali di questa tipologia di pubblicità:

  1. Il target – per una campagna pubblicitaria efficace, il messaggio non è l’unica chiave del successo: il target deve essere individuato con millimetrica precisione. Ciò significa che la strategia di marketing deve essere indirizzata verso uno specifico cliente-tipo, altrimenti non si otterrà alcun risultato. Il Referral Marketing svolge questo compito al meglio: un cliente soddisfatto, che si impegni in un passaparola con amici, seguaci, parenti e conoscenti, avrà concrete possibilità di parlare a una potenziale clientela con interessi e gusti affini ai suoi. Ne consegue che se il cliente soddisfatto ha apprezzato il tuo prodotto, hai buone possibilità che anche i suoi contatti possano essere interessati a testarne la qualità.
  2. La fiducia – è un dato di fatto riconosciuto da diverse indagini e ricerche: i consumatori, in special modo i millenials, non si fidano affatto della pubblicità. Non l’ascoltano proprio. Nonostante l’aggressività delle nuove campagne pubblicitarie, la diffidenza verso il messaggio delle aziende è notevole. D’altronde, come reagisci tu, quando un venditore tenta di convincerti ad acquistare qualcosa? Non ti fidi e sospetti che si tratti di una fregatura. Diverso è il discorso se a proporti un acquisto è un tuo amico o un parente. La fiducia personale gioca un ruolo potentissimo nel processo d’acquisto e non è detto che debba trattarsi necessariamente di una persona a te vicina: gli ultimi studi suggeriscono che nel Referral Marketing le opinioni di blogger, testimonial, clienti ed influencer valgono quanto, se non più, di quelle del fidatissimo compagno di banco.
  3. Il raggio d’azione – hai presente quanti contatti può avere un consumatore medio che posta le sue foto e opinioni sui social? Anche migliaia. Oggi alcuni personaggi, che vantano la fiducia di migliaia di potenziali consumatori, con pochi post possono distruggere la reputazione di un marchio o, al contrario, renderlo popolarissimo. Pensa agli influencer: postando una sola foto del loro look preferito, sono in grado di decuplicare le vendite di quella maglietta che, in altri tempi, non avrebbe comprato nessuno. È l’effetto fiducia: se lei/lui dice che quel prodotto è perfetto, lo sarà senz’altro.

Oggi, il Referral Marketing è parte importante di ogni strategia di marketing che si rispetti. È efficace, gratis e regala una visibilità che, nel tempo, contribuirà a portarti nuovi clienti. Cos’altro potresti volere per il tuo business?

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[Il tuo MARKETING muore] ogni minuto che non leggi questo articolo

[Il tuo MARKETING muore] ogni minuto che non leggi questo articolo

Ti sei mai chiesto perché il 37% delle imprese chiude entro i primi 4 anni di attività? Perché non ha una buona strategia di marketing.

I più recenti studi dichiarano senza mezzi termini che ogni giorno, nel nostro paese, nascono ben 1000 imprese. La brutta notizia è che un terzo di questi business chiudono nel giro di pochi anni. Ti sei mai chiesto perché? La risposta è semplice: perché non hanno una valida e coerente strategia di marketing.

Non importa che tu sia un libero professionista o un piccolo imprenditore, anzi. Proprio perché dovrai competere con i grandi colossi del mercato e sfidare marchi conosciuti e prestigiosi, avrai bisogno di mettere in campo tutto il know-how dei professionisti del settore per aumentare le tue vendite e fidelizzare i clienti.

Cos’è il marketing

Ma partiamo dall’inizio e sfatiamo subito un pericoloso luogo comune: il marketing non è pubblicità. Se pensi di far crescere la tua attività limitandoti ad utilizzare le antiquate strategie pubblicitarie, allora sei fuori strada. Per competere sul mercato e far crescere il tuo business, devi fare molto di più. Devi fare marketing.

Ma cos’è il marketing? In breve sintesi, è l’insieme delle attività e strategie con cui comunichi l’unicità del tuo prodotto e il modo in cui puoi soddisfare i bisogni dei tuoi potenziali clienti. Solo in questo modo potrai acquisire nuove fette di mercato, fidelizzare i consumatori e aumentare il fatturato.

Marketing: come aumentare le vendite

Ti sei convinto che il marketing sia ciò che occorre per fare decollare il tuo business. Bene, ma per fare marketing, come iniziare? Preparando un strategia mirata ed efficace!

  • Analizza il mercato – individua i tuoi competitor, ricordando che i tuoi concorrenti non sono e non potranno mai essere colossi mondiali e multinazionali. Cerca, invece, le piccole imprese, quelle con cui condividi la potenziale clientela: osserva come si muovono sul mercato e studia le strategie con cui comunicano il loro brand.
  • Individua il tuo target – sappi che non potrai lavorare con tutti. Individua il tuo cliente tipo, la persona giusta a cui vendere i tuoi servizi o prodotti. Una volta “fotografato” il tuo potenziale cliente, sarà più semplice elaborare una valida strategia di comunicazione.
  • Ipotizza un rebranding – se sei sul mercato da un po’ di tempo, puoi pensare ad una strategia di rebranding: il mercato e i consumatori cambiano, quindi perché non pensare a presentare il tuo prodotto sotto una nuova luce?
  • Invadi il web: proprio così, devi essere presente ovunque. I tuoi prodotti o i tuoi servizi devono occhieggiare da ogni piattaforma social, ma non sottovalutare l’importanza di un sito web aziendale, che dovrà necessariamente risultare ben posizionato.
  • Invita la clientela del web nel tuo negozio: se hai un negozio o un ufficio, devi assolutamente convertire la tua clientela digitale in clienti in carne ed ossa, che affollino il tuo store o il tuo studio. Un luogo pieno di gente è sempre un ottimo biglietto da visita.

Inutile girarci intorno: il marketing marca la differenza fra quel 37% di imprese che chiudono e il restante 63% di attività economiche che marciano a pieno ritmo. E tu, a quale percentuale vuoi appartenere?

Per oggi è tutto!

Iscriviti a nostro gruppo chiuso Facebook Marketing da Zero per rimanere sempre aggiornato ed entrare nella nostra community CLICCA QUI

[Vuoi avere tanti follower o vuoi monetizzare tanto?] La trappola di INSTAGRAM

[Vuoi avere tanti follower o vuoi monetizzare tanto?] La trappola di INSTAGRAM

Perchè le Web Agency/Social media manager ti fanno buttare via una montagna di soldi in cambio di like e visualizzazioni, continua a leggere…

La tendenza dei social è quella di credere che per avere dei risultati bisogna diventare “famosi” o meglio degli influencer avere tanti like e visualizzazioni

Questa cosa è assolutamente infondata, ed è valida solo per le poche persone al mondo che sono riuscite a posizionarsi la in alto nel momento giusto con svariati milioni di follower (VERI).

Ma cosa può fare una persona che parte da zero, per creare un suo pubblico e guadagnare online?

Lasciami prima dire una cosa che assolutamente NON devi fare: COPIARE! e ora ti descriverò step by step le cose fondamentali per ottenere dei risultati.

Divideremo la risposta in 3 step.

1° step

IL POSIZIONAMENTO

Ovvero chi sei e cosa fai, come sei percepito in 2 o 3 parole nella mente del cliente, se ad esempio sei un nutrizionista che si è specializzato sulla dieta vegetariana, il posizionamento sarà molto chiaro e di nicchia, il nutrizionista per vegetariani.

altro esempio, se sei un parrucchiere e sei il parrucchiere privato di un personaggio molto famoso, questo ovviamente sarà allo stesso modo posizionante al massimo “il parrucchiere dei vip”

ancora, il prezzo! nessun prodotto o servizio è fantastico e desiderato dalla gente se costa poco. Aumenta il prezzo, posizionati subito come la scelta più qualitativa.

Mi soffermo un’attimo su questo argomento molto difficile da accettare per molte persone, poniamo esempio che tu debba tra due giorni disputare la maratona di New York che stai preparando da 6 mesi.

Entri in un negozio per comprare un paio di scarpe che possano permetterti una performance eccezionale, il commesso ti propone 2 paia: le prime costano 29 euro e le seconde costano 179 euro.

Quale saranno le migliori?

risposta facile vero? quelle da 179 sicuramente sono professionali.

Ora non importa quale delle due sceglierai, abbiamo giudicato semplicemente delle scarpe in base al prezzo, senza vederle, senza sapere se in realtà quelle da 29 fossero migliori.

Vedi, il punto è questo, ricordarsi che non deve essere possibile o impossibile ma deve essere possibile nella TESTA DEL CLIENTE, la qualità a basso prezzo sono due elementi contrapposti nella mente umana.

Se vuoi essere percepito come il migliore, AUMENTA I PREZZI!

Quindi ricapitolando ci sono molti angoli di attacco per differenziarsi in mercati che ad una prima occhiata possono sembrare saturi, e ci sono anche degli step ben precisi per costruire una reputazione online (argomento che non tratterò nello step 2) che vanno a toccare un aspetto psicologico nel pubblico, tieni sempre bene a mente che è un gioco di percezioni.

Studia bene la concorrenza e cerca un angolo di attacco, sfruttando i punti deboli di essa.

2° step

COSTRUISCI AUTORITA’

L’esempio che più mi piace è quello del medico:

Supponiamo che tu abbia male ad un ginocchio, quindi prendi e vai dal medico di base che ti fa una prima diagnosi, tu ci credi e non ci credi, e nel dubbio chiedi una visita con lo specialista perché di lui non ti fidi molto. Diciamocelo, nella maggior parte dei casi, è così!

Solo che lo specialista, ti riceve quando vuole lui (tra un mese se va bene) lo paghi anticipatamente, e dopo la visita fai esattamente quello che ti dice, e se ti prescrive qualche medicinale ti fermi subito in farmacia per prenderlo.

Cosa differenzia un medico dall’altro? molto semplice: lo specialista del ginocchio è più autorevole rispetto al medico di base.

Ora supponiamo sempre che tu sia un nutrizionista, cosa potrebbe farti aumentare l’autorevolezza in modo da essere ascoltato di più e pagato di più?

1- avere un blog e scrivere degli articoli, o scrivere articoli in blog famosi

2- scrivere un libro, questo rimane il modo più rapido in assoluto per acquisire autorevolezza

3-andare in TV o essere citato sui giornali o in radio

4- Acquisire l’autorevolezza di qualcun’altro, mi spiego meglio: volo negli Stati Uniti e vado a fare una coaching privata (qualche ora è sufficiente, basta che sia documentata e tangibile al pubblico) con il nutrizionista delle star di Hollywood,

porteresti così in Italia i segreti delle Star, questo farebbe schizzare l’autorevolezza e lavorerebbe anche sul posizionamento, un consiglio che ti do se scegli questa strategia, firma un accordo di esclusività per almeno 1 o 2 anni, in modo da essere l’unico in Italia.

Step 3

Un pubblico in Target

E qui veniamo al punto fondamentale

Non serviranno numeri giganteschi, voi dovrete diventare sì famosi, ma famosi nella vostra nicchia specifica, questo dovrebbe essere l’unico obiettivo sensato se il tuo obiettivo è monetizzare.

Sarà necessario investire dei soldi in contenuti sponsorizzati, mirati al tuo pubblico target, e altrettanto importante avere ben chiaro cosa vogliamo fare all’utente

mi spiego meglio, vanno benissimo i contenuti sulle varie piattaforme, Instagram, Facebook, YouTube, il blog ecc,

ma l’obiettivo sarà sempre quello di acquisire un leads (contatto) cosa vuol dire acquisire un leads, vuol dire che la persona decide in qualche vostra optin di lasciarvi la mail in cambio di contenuti (ebook, dei video speciali in regalo, delle mail di contenuto ecc)

Qui entra in gioco la marketing automation che è quello che permette letteralmente di acquisire clienti o addirittura vendere, in modo quasi del tutto automatizzato attraverso la costruzione di un Funnel che possa inviare, mail, video, contenuti, e follow up senza bisogno di fare nulla

E’ quella che gli americani definiscono “cash machine” una vera e propria macchina da soldi se strutturata da dei professionisti

E’ quello che noi facciamo, non ti preoccupare se non hai fatto alcuna di queste cose, lo abbiamo chiamato Marketing da Zero, proprio per questo motivo.

Pochissime persone arrivano da noi facendo le cose correttamente e purtroppo molte web Agency propongono più like e più visualizzazioni, che come avrai capito non servono a una beata mazza

Se questo Articolo ti è stato di aiuto condividilo!

Ti aspettiamo nel nostro gruppo privato di Facebook Marketing da Zero per rimanere aggiornato sulle migliori strategie di marketing CLICCA QUI